Materiali da scavo provenienti da opere soggette a VIA o AIA

Descrizione dell'istanza
Cos'è: 

Terre e rocce da scavo provenienti da opere soggette a VIA o AIAPer materiali da scavo s'intende il suolo, con eventuali presenze di riporto, derivanti dalla realizzazione di un'opera come (articolo 1, comma 1 del Decreto del Presidente della Repubblica 13/06/2017, n. 120):

  • scavi in genere (sbancamento, fondazioni, trincee)
  • perforazione, trivellazione, palificazione, consolidamento
  • opere infrastrutturali in generale (galleria, strada)
  • rimozione e livellamento di opere in terra.

I materiali da scavo possono anche contenere: calcestruzzo, bentonite, polivinilcloruro (PVC), vetroresina, miscele cementizie e additivi per scavo meccanizzato. La composizione media dell'intera massa non deve però presentare concentrazioni di inquinanti superiori ai limiti massimi previsti.

Il riutilizzo di materiali da scavo e/o demolizione provenienti da opere soggette a Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) o Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA), è disciplinata del Decreto del Presidente della Repubblica 13/06/2017, n. 120 e prevede la stesura di un piano di utilizzo. Il piano di utilizzo è il documento fondamentale che attesta che i materiali da scavo e/o demolizione derivanti dalla realizzazione di opere o attività manutentive saranno utilizzati, nel corso dello stesso processo (in sito) o di un successivo processo di produzione o di utilizzazione (fuori sito), da parte del produttore o di soggetti terzi. La durata temporale del piano di utilizzo è definita all'interno del documento: decorso questo termine esso smette di produrre effetti.

I riferimenti per i parametri di contaminazione dei materiali da scavo sono quelli delle colonne A e B della Tabella 1, Allegato 5 al Titolo V Parte IV del Decreto Legislativo 03/04/2006, n. 152

  • per i siti a destinazione residenziale o verde pubblico si dovranno rispettare i valori limite riportati in colonna A
  • per i siti a destinazione commerciale o industriale si dovranno rispettare i valori limite riportati in colonna B.






Documentazione richiesta per la presentazione dell'istanza
Note: 

Informazioni sull'istanza
Dove si presenta: 
Allo sportello dell'ufficio
Allo sportello telematico
Iter del procedimento: 

Il piano di utilizzo deve essere presentato dal proponente almeno 90 giorni prima dell'inizio dei lavori.

Lo sportello unico, entro 30 giorni dalla presentazione del piano di utilizzo, può chiedere, in un'unica soluzione, integrazioni alla documentazione presentata.

Decorsi 90 giorni dalla presentazione del piano di utilizzo o dalla eventuale integrazione delle stesso, il proponente può gestire il materiale da scavo rispettando il piano di utilizzo nel rispetto degli obblighi previsti dalla normativa vigente per realizzare l’opera. 

Il piano di utilizzo deve essere aggiornato e nuovamente presentato allo sportello unico se, nel corso delle attività, intervengono modifiche sostanziali come:

  • l’aumento superiore al 20% del volume in banco oggetto del piano di utilizzo
  • la destinazione del materiale escavato a un sito di destinazione o a un utilizzo diverso da quello indicato nel piano di utilizzo
  • la destinazione del materiale escavato a un sito di deposito intermedio diverso da quello indicato nel piano di utilizzo
  • la modifica delle tecnologie di scavo.

I tempi previsti per l'utilizzo delle terre e rocce da scavo indicati nel piano di utilizzo, possono essere prorogati una sola volta e per un periodo massimo di due anni. Quando si presentano circostanze sopravvenute, impreviste o imprevedibili, prima delle scadenze del piano di utilizzo, il proponente presenta all’autorità competente e all'ARPA una comunicazione con i nuovi termini previsti e le motivazioni che giustificano la proroga. 

Comune AveraraComune BraccaComune BranziComune Camerata CornelloComune CaronaComune CassiglioComune CornalbaComune CusioComune DossenaComune Isola di FondraComune LennaComune MezzoldoComune Moio de' CalviComune Oltre il ColleComune OrnicaComune PiazzatorreComune RoncobelloComune Santa BrigidaComune SedrinaComune ValnegraComune Valtorta

 

 

 

 

 

 

 

Copyright© Aggregazione comuni brembani - Tutti i diritti riservati

Lo Sportello telematico unificato  |  Diritti e Privacy  |  Credits