Autorizzazione per mutamento di destinazione d’uso di terreni sottoposti a vincolo idrogeologico

Descrizione dell'attività
Cos'è: 

Autorizzazione idrogeologicaIn terreni gravati da vincolo idrogeologico è necessario ottenere l'autorizzazione per la trasformazione d’uso del suolo (articolo 2 del Regio Decreto 30/12/1923, n. 3267).

Se l'intervento non comporta anche disboscamento o mutamenti di destinazione d’uso di terreno boscato, l'autorizzazione alla trasformazione d’uso del suolo è rilasciata in "subdelega" dai Comuni dove ricadono le seguenti opere (articolo 7 del Regio Decreto 30/12/1923, n. 3267 e articolo 44, comma 3 della Legge Regionale 05/12/2008, n. 31):

  • interventi su edifici già presenti per ampliamenti pari al 50% dell’esistente e comunque non superiori a 200 m2
  • posa in opera di cartelli e recinzioni
  • posa in opera di fognature e condotte idriche totalmente interrate, linee elettriche di tensione non superiore a 15 KV, linee di comunicazione e reti locali di distribuzione di gas, serbatoi interrati comportanti scavi e movimenti di terra non superiori a 50 m3
  • interventi comportanti scavi e movimenti di terra non superiori a 100 m3, di sistemazione idraulica-forestale, di ordinaria e straordinaria manutenzione della viabilità agro-silvo-pastorale e di realizzazione di manufatti di sostegno e contenimento.

Se è previsto un intervento edilizio o un intervento di trasformazione d'uso del bosco, i relativi titoli abilitativi sostituiscono l'autorizzazione per la trasformazione d'uso del suolo

Per le trasformazioni soggette a comunicazione di inizio attività edilizia libera, la conformità alla componente geologica, idrogeologica e sismica del PGT è certificata da un tecnico abilitato (articolo 44, comma 2 e comma 2-bis della Legge Regionale 05/12/2008, n. 31).

Domande e comunicazioni
Documentazione necessaria alla presentazione dell'istanza.
Informazioni sull'istanza
Dove si presenta: 
Allo sportello dell'ufficio
Allo sportello telematico
Iter del procedimento: 

L'iter del procedimento è definito in dettaglio dall’articolo 44 della Legge Regionale 05/12/2008, n. 31 e il termine complessivo di conclusione è di 30 giorni dalla presentazione della domanda.

Comune AveraraComune BraccaComune BranziComune Camerata CornelloComune CaronaComune CassiglioComune CornalbaComune CusioComune DossenaComune Isola di FondraComune LennaComune MezzoldoComune Moio de' CalviComune Oltre il ColleComune OrnicaComune PiazzatorreComune RoncobelloComune Santa BrigidaComune SedrinaComune ValnegraComune Valtorta

 

 

 

 

 

 

 

Copyright© Aggregazione comuni brembani - Tutti i diritti riservati

Lo Sportello telematico unificato  |  Diritti e Privacy  |  Credits